È possibile avere due cessioni del quinto sullo stesso stipendio?

La cessione del quinto è un prestito non finalizzato, che viene concesso a pensionati, dipendenti pubblici e anche privati, purché dotati di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di almeno tre mesi e di sufficienti garanzie. 

Questo prestito viene rimborsato per mezzo della cessione del quinto, quindi al massimo del 20% dello stipendio o della pensione mensile.

In alcuni casi, ci si chiede se sia possibile poter attivare due ‘cessioni del quinto’ sullo stesso stipendio o sulla stessa pensione. Può essere che oltre alla cessione del quinto ti occorrano più liquidità e tu sia intenzionato a chiederne una seconda. Vediamo come funziona questo meccanismo.

In linea di massima sì, è possibile avere due cessioni del quinto sulla stessa pensione o stipendio, ma non nel verso senso della parola. Vediamo perché.

Tecnicamente stipulare due cessioni del quinto non è possibile, ma è possibile piuttosto affiancare una seconda rata alla prima cessione del quinto: questo passaggio si chiama ‘delegazione di pagamento’.

Questo tipo di prestito, la ‘delegazione di pagamento’ detta anche delega di pagamento è un finanziamento al quale possono accedere solo i lavoratori dipendenti, e non i pensionati.

Bisogna sapere innanzitutto che i datori di lavoro non sono obbligati ad accettare la delega, mentre sono tenuti ad accettare la cessione del quinto.

Infine, la cessione del quinto ha priorità rispetto alla delegazione di pagamento: quindi se il dipendente viene licenziato, il suo TFR verrà utilizzato prima per soddisfare la cessione del quinto e poi per la delega.

La doppia cessione del quinto, o più correttamente la delegazione, non è quindi un diritto del lavoratore e vale la pena informarsi presso il proprio luogo di lavoro sulla possibilità concreta di ottenerla.

Questo perché la delegazione di pagamento differisce dalla cessione del quinto. Il massimo che può essere espunto dallo stipendio con la delegazione di pagamento è il 40% della busta paga (fino al 20% per la cessione del quinto ed un ulteriore 20% per la delegazione di pagamento). Ovviamente le possibilità di ottenere un simile doppio finanziamento aumentano se si abbia una garanzia come un TFR elevato a causa dell’anzianità lavorativa.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.